Archive for the Category ‘Articoli’

Gli Hittiti e le origini del vino

Gli Hittiti e le origini del vino

Mentre ricercavamo una traccia che legasse le terre dell’Anatolia agli Etruschi raggiungemmo, attraverso un paesaggio di clamorosa suggestione, la valle del Menderes. Qui visitammo le tombe a tumulo dai regolarissimi tamburi poste nei pressi delle bianche “cascate” di Pamukkale, le meraviglie di Hierapolis che paiono stupende matrici delle storiche tombe di Cerveteri o di Populonia e soprattutto di quella dei Flabelli a Poggio della Porcareccia.

Equi e Volsci. L’antica Italia dei pastori-guerrieri

Equi e Volsci. L’antica Italia dei pastori-guerrieri

Prima che Roma dominasse sulla penisola, salvo le zone etrusche e greche della Magna Grecia, l’Italia era un crogiuolo di popoli dediti alla pastorizia, all’agricoltura e al guerreggiare tra loro. Fra questi fieri e bellicosi pastori si distinguono gli Equi e i Volsci, ambedue di stirpe osco-umbra. Gli Equi occupavano le alte valli dell’Aniene e dell’Imele, sulle montagne fra il lago Fucino e Rieti, in posizioni strategiche dalle quali, attraverso il passo dell’Algidus Mons (il territorio dei Colli Albani da Velletri al Tuscolo), potevano facilmente spingersi nel retroterra latino (…)

La Torre di Buiano e la sorgente Acquinvogliolo

La Torre di Buiano e la sorgente Acquinvogliolo

Domenica 18 settembre 2016 il gruppo escursionistico Il Crinale in collaborazione con la Fattoria di Montereggi ed altri organizza un’escursione alla Sorgente Acquinvogliolo e all’affascinante Torre di Buiano, ciò che resta di un fortilizio medievale posto sulla viabilità fiesolana, località poi nota come taverna ma anche per le apparizioni del curioso fantasma di Caponsacco de’ Caponsacchi (…)

Nuove ristampe per i nostri titoli etruscologici

Nuove ristampe per i nostri titoli etruscologici

Finalmente disponibili le ristampe di “Etruschi, il vincolo dell’unità sacrale” di Enio Pecchioni e “Le porte degli Inferi in Etruria” di Bernardo Tavanti, libri che hanno suscitato molto interesse negli ultimi anni.

A Pietracupa un “Pranzo storico” tra i più antichi della Toscana

A Pietracupa un “Pranzo storico” tra i più antichi della Toscana

(…) All’inizio del XVII secolo venne costituita un’opera laicale denominata “Società dei Bifolchi” in ricordo di quei contadini che, fornendo gratuitamente il trasporto dei materiali e mano d’opera, contribuirono all’edificazione della chiesa. Sono oltre quattrocento anni che a Pietracupa si rinnova la tradizione di ritrovarsi…

Dal vitigno al divino. La vitis silvestre e le origini del Sangiovese

Dal vitigno al divino. La vitis silvestre e le origini del Sangiovese

Nel territorio etrusco sono stati trovati vinaccioli fossili appartenenti alla vitis silvestris risalenti all’Età del Bronzo e dunque precedenti alle visite fenicie lungo le nostre coste. Ne sono un esempio i resti di semi ritrovati a San Lorenzo a Greve che hanno messo in luce l’elevata antichità della raccolta del frutto della vite selvatica appunto già nella media Età del Bronzo, con l’evidenza, nella fine della stessa era, di una rudimentale produzione vinicola (ne sono indizio i vinaccioli trovati nel sito archeologico di Livorno-Stagno che attesterebbero l’attività di spremitura).

Vinsanto a Montagliari, 10 luglio: presentazione del nuovo libro e rievocazione storica “un vinsanto per Winston Churchill”

Vinsanto a Montagliari, 10 luglio: presentazione del nuovo libro e rievocazione storica “un vinsanto per Winston Churchill”

In seguito alla presentazione del Libro ed al Pranzo a base di vinsanto, vedremo giungere i soldati che occuperanno la villa presidiando l’ingresso principale e posizionando i cannocchiali da artiglieria. Seguirà l’arrivo di Winston Churchill che valuterà attentamente la situazione del fronte. Lo statista si rivolgerà dunque alle truppe leggendo il discorso fu realmente tenuto nel 1944 (…)

La statua in legno di vite raffigurante Tinia, vino e banchetti nell’etrusca Populonia

La statua in legno di vite raffigurante Tinia, vino e banchetti nell’etrusca Populonia

La vite coltivata dagli Etruschi era ben diversa da quella attuale: non era in legno sfilacciato, curvoso, rampicante o cespuglioso ma aveva la crescita in forma dritta come il tronco di un alberello, un tronco di sostanza assai maggiore di quel che si possa oggi immaginare. Plinio il Vecchio racconta che a Populonia era conservata una statua intagliata in un unico legno di vite che rappresentava Tinia, il Giove etrusco.

L’incontro tra Turusha e Rasenna, le origini mesopotamiche della scienza dei fulmini e del culto di Atunis

L’incontro tra Turusha e Rasenna, le origini mesopotamiche della scienza dei fulmini e del culto di Atunis

La sacra scienza di predire il futuro, osservando il fegato delle vittime o il volo degli uccelli era probabilmente derivata agli Etruschi dal mondo mesopotamico. Gli antichi testi babilonesi mostrano regole d’interpretazione minuziosissime e a volte stupefacentemente simili a quelle etrusche. L’interpretazione dei fulmini costituisce una delle forma più caratteristiche della “scienza” etrusca. Come in Mesopotamia presso i Caldei, anche gli Etruschi esaminavano i fulmini per i loro vaticini (…)

Vinsanto, quel prezioso fermento nei sotto-tetti dell’anima

Vinsanto, quel prezioso fermento nei sotto-tetti dell’anima

(…) la comprensione di sé e del “proprio vinsanto”, così come il lavoro per la sua ri-creazione, è un lavoro sul tempo in cui il tempo crea i valori e le distanze. E qui, paradossalmente, l’esser fuori-moda, fuori-tempo o addirittura contro-tempo, produce una ricchezza, rende possibile l’accesso a quegli insospettabili serbatoi d’energia (…)

FEATURED LINKS

ADVERTISEMENT

Press&Archeos è un marchio di Muskat, p. iva 05886630481

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Accedi - BlogNews Theme by Gabfire themes